Categorie

Prodotti in evidenza questa settimanaVedi tutti

Ultimi arriviVedi tutti

I più vendutiVedi tutti

I più votati

Seguici su Instagram

Avere una madre come Flora Wellman, stare accanto a una donna che parlava di spiritismo ed era attaccata alla terra, deve pur aver contato qualcosa per diventare “il migliore”. Per diventare Jack London.
Romana Petri ha raccolto una delle sfide più fascinose che una scrittrice poteva intravvedere: quella di raccontare la furia di vivere di un uomo che ha fatto il pugile, il cacciatore di foche, l’agente di assicurazioni, il cercatore d’oro, che ha amato l’ombra azzurra delle foreste e la smagliante solarità dei mari, che ha guardato, ceruleo d’occhi e di pensieri, l’anima dei popoli in lotta e il cuore delle donne. E qui le donne sono il vero motore del racconto: la fragranza piccolo-borghese di Mabel, la concretezza di Bessie, il fascino intellettuale di Anna Strunsky, la determinazione di Charmian (“essere molte donne in una”), l’insostituibilità della sorella Eliza. Eppure Romana Petri non ha scritto una biografia: Figlio del lupo è un romanzo che srotola il filo di una storia vera, così come è vera la storia dei personaggi che abbiamo amato. E allora ecco sciorinate le vicende di un uomo sospeso fra il rovello ispirato del grande narratore e la voce dispiegata del socialista che vuol parlare, da rivoluzionario, a sette milioni di lavoratori ma non rinuncia a farsi allacciare le scarpe perché non ha tempo da perdere, sospeso fra il gioco dell’amore promesso, vissuto, tradito sempre ad alte temperature e il tormento di un fallimento incombente, malgrado il clangore del mondo e il fuoco alto della fama.
Avere una madre come Flora Wellman, stare accanto a una donna che parlava di spiritismo ed era attaccata alla terra, deve pur aver contato qualcosa per diventare “il migliore”. Per diventare Jack London. Romana Petri ha raccolto una delle sfide più fascinose che una scrittrice poteva intravvedere: quella di raccontare la furia di vivere di un uomo che ha fatto il pugile, il cacciatore di foche, l’agente di assicurazioni, il cercatore d’oro, che ha amato l’ombra azzurra delle foreste e la smagliante solarità dei mari, che ha guardato, ceruleo d’occhi e di pensieri, l’anima dei popoli in lotta e il cuore delle donne. E qui le donne sono il vero motore del racconto: la fragranza piccolo-borghese di Mabel, la concretezza di Bessie, il fascino intellettuale di Anna Strunsky, la determinazione di Charmian (“essere molte donne in una”), l’insostituibilità della sorella Eliza. Eppure Romana Petri non ha scritto una biografia: Figlio del lupo è un romanzo che srotola il filo di una storia vera, così come è vera la storia dei personaggi che abbiamo amato. E allora ecco sciorinate le vicende di un uomo sospeso fra il rovello ispirato del grande narratore e la voce dispiegata del socialista che vuol parlare, da rivoluzionario, a sette milioni di lavoratori ma non rinuncia a farsi allacciare le scarpe perché non ha tempo da perdere, sospeso fra il gioco dell’amore promesso, vissuto, tradito sempre ad alte temperature e il tormento di un fallimento incombente, malgrado il clangore del mondo e il fuoco alto della fama.
Leggere questo libro sarà come affrontare un viaggio assieme nella nostra mente, nelle nostre emozioni, nei nostri comportamenti, per capirli e guidarli, allo scopo di utilizzare la nostra Intelligenza Positiva. Alla fine non solo avremo capito come vivere meglio, ma anche come risolvere problemi interpersonali, comunicare meglio con gli altri, dare più amore incondizionato e puro. Impareremo come vivere un pizzico più felici di quanto siamo stati finora. Bene! Allora, quando stai per intraprendere un lungo viaggio e stai riempiendo il bagagliaio dell’auto, cosa ha più senso fare: svuotarlo prima da quello che c’è già o aggiungere bagagli fino a caricarlo oltre misura? Non è forse vero che ti occorre prima liberarti dalle zavorre, da ciò che non serve e che ti può rallentare? Quindi come prima cosa è necessario smantellare le credenze limitanti sull’amor proprio, come vedremo nella prima parte del libro, attraverso le storie dei cinque personaggi e i motivi principali per cui le persone non si vogliono bene. Nella seconda parte vedremo come i nostri amici sono riusciti a superare gli ostacoli all’amor proprio, e nella terza parte metteremo in ordine tutto quello che hanno fatto, perché tu possa applicarlo in modo semplice e preciso, anche con esercizi pratici e guidati. Lo strumento finale che acquisirai ti permetterà di comunicare il tuo cambiamento agli altri, al lavoro, in famiglia, senza sentirti più in colpa, anzi, ispirando amor proprio anche a chi ti sta intorno. 🙂 Non vedo l’ora di cominciare questa avventura alla riconquista di noi stessi. Buon viaggio, si parte con @terenzio_traisci!
Leggere questo libro sarà come affrontare un viaggio assieme nella nostra mente, nelle nostre emozioni, nei nostri comportamenti, per capirli e guidarli, allo scopo di utilizzare la nostra Intelligenza Positiva. Alla fine non solo avremo capito come vivere meglio, ma anche come risolvere problemi interpersonali, comunicare meglio con gli altri, dare più amore incondizionato e puro. Impareremo come vivere un pizzico più felici di quanto siamo stati finora. Bene! Allora, quando stai per intraprendere un lungo viaggio e stai riempiendo il bagagliaio dell’auto, cosa ha più senso fare: svuotarlo prima da quello che c’è già o aggiungere bagagli fino a caricarlo oltre misura? Non è forse vero che ti occorre prima liberarti dalle zavorre, da ciò che non serve e che ti può rallentare? Quindi come prima cosa è necessario smantellare le credenze limitanti sull’amor proprio, come vedremo nella prima parte del libro, attraverso le storie dei cinque personaggi e i motivi principali per cui le persone non si vogliono bene. Nella seconda parte vedremo come i nostri amici sono riusciti a superare gli ostacoli all’amor proprio, e nella terza parte metteremo in ordine tutto quello che hanno fatto, perché tu possa applicarlo in modo semplice e preciso, anche con esercizi pratici e guidati. Lo strumento finale che acquisirai ti permetterà di comunicare il tuo cambiamento agli altri, al lavoro, in famiglia, senza sentirti più in colpa, anzi, ispirando amor proprio anche a chi ti sta intorno. 🙂 Non vedo l’ora di cominciare questa avventura alla riconquista di noi stessi. Buon viaggio, si parte con @terenzio_traisci!
Cordelia Carstairs è una Shadowhunter, e in quanto tale le è stato insegnato fin dalla più tenera età come si combattono i demoni. Quando il padre viene accusato di un terribile crimine, lei e il fratello Alastair partono alla volta di Londra con la speranza di riuscire a evitare la rovina della famiglia. Sona, la madre, vorrebbe che lei trovasse un marito e si sistemasse, ma Cordelia è più determinata a diventare un’eroina che una sposa. Presto, nella capitale britannica, la sua strada si incrocia nuovamente con quella di James e Lucie Herondale, suoi cari amici d’infanzia, che la trascinano in un mondo sfavillante e affascinante, fatto di sale da ballo, missioni segrete e luoghi magici popolati da vampiri e stregoni, dove Cordelia però è costretta a tenere nascosto il suo amore per James, promesso sposo di un’altra fanciulla.
La nuova vita della ragazza viene sconvolta quando una serie di attacchi demoniaci devasta la città, e questa volta si tratta di qualcosa di completamente diverso da ciò con cui hanno avuto a che fare fino a questo momento gli Shadowhunters. Qualcosa di apparentemente impossibile da uccidere che si muove alla luce del sole e colpisce la gente ignara con un veleno letale. Londra è messa immediatamente in quarantena e gli amici di Cordelia, intrappolati come lei nella città, scoprono di essere dotati di poteri incredibili, un’eredità oscura di cui fino a quel momento ignoravano l’esistenza. Questo li costringe a compiere una scelta drammatica che li condurrà a comprendere quanto crudele sia il prezzo da pagare per essere eroi... Il 3 marzo torna in libreria @cassieclare1, ma trovate già in preorder “La catena d’oro” #shadowhunters #thelasthours
Cordelia Carstairs è una Shadowhunter, e in quanto tale le è stato insegnato fin dalla più tenera età come si combattono i demoni. Quando il padre viene accusato di un terribile crimine, lei e il fratello Alastair partono alla volta di Londra con la speranza di riuscire a evitare la rovina della famiglia. Sona, la madre, vorrebbe che lei trovasse un marito e si sistemasse, ma Cordelia è più determinata a diventare un’eroina che una sposa. Presto, nella capitale britannica, la sua strada si incrocia nuovamente con quella di James e Lucie Herondale, suoi cari amici d’infanzia, che la trascinano in un mondo sfavillante e affascinante, fatto di sale da ballo, missioni segrete e luoghi magici popolati da vampiri e stregoni, dove Cordelia però è costretta a tenere nascosto il suo amore per James, promesso sposo di un’altra fanciulla. La nuova vita della ragazza viene sconvolta quando una serie di attacchi demoniaci devasta la città, e questa volta si tratta di qualcosa di completamente diverso da ciò con cui hanno avuto a che fare fino a questo momento gli Shadowhunters. Qualcosa di apparentemente impossibile da uccidere che si muove alla luce del sole e colpisce la gente ignara con un veleno letale. Londra è messa immediatamente in quarantena e gli amici di Cordelia, intrappolati come lei nella città, scoprono di essere dotati di poteri incredibili, un’eredità oscura di cui fino a quel momento ignoravano l’esistenza. Questo li costringe a compiere una scelta drammatica che li condurrà a comprendere quanto crudele sia il prezzo da pagare per essere eroi... Il 3 marzo torna in libreria @cassieclare1, ma trovate già in preorder “La catena d’oro” #shadowhunters #thelasthours